Descrizione immagine

BULL BK vs ATHENA: 60-63


Parziali 21-16; 19-14; 11-19; 9-14


Bull Bk: Antonini 5, Triveri 7, Marcelli 9, Orsini ne, Galati ne, Salvucci 5, Rinaldi, Bambini 4, kolar 11, Chrysanthidou 19.

All. Schiesaro


Athena: Borsetti 13, Grimaldi 27, Panariti 8, Milani 1, Verrecchia 7, Munnia, Cirotti 4, Bonini 3, Piacentini, Raveggi n.e., Bernardini n.e.

All. Ceravolo


Uscite per 5 falli: Antonini (Bull) e Milani (Athena)


10 cose su Bull Bk Latina-Athena 60-63 del 28/1/2017


• Partitona vera a LT, dopo un inizio fiacco cambiamo marcia e raccogliamo una meritata ed importante vittoria. Pubblico caldo e appassionato seppur non completamente maturo in alcuni elementi, VdF per definizione irritanti ma sostanzialmente ininfluenti.


• Siamo in emergenza senza Giulia ‘Flying’ Bernardini e Gaia ‘Buzzer’ Raveggi, infortunate ed a referto per fare numero, ma ben presenti per tutta la partita come sprone e motivazione delle compagne – splendide.

• Bull BK è una bella e parecchio inesperta squadra in formazione, guidata da Coach Schiesaro secondo semplici ed efficaci principi. Le ragazze corrono e tirano alla grande e sono pressoché irresistibili se prese sul ritmo.


• Constatato questo nel corso dei primi due sofferti quarti, nei quali per altro abbiamo anche palesato parecchia mancanza di concentrazione che ci ha portato ad errori banali sui due lati del campo, ad inizio 3 q cambiamo marcia: Coach Ceravolo disegna una 122 con Giulia ‘Insurance’ Panariti in punta ad oscurare linee di passaggio e conclusioni dalla lunga. Bull non trova risposta e l’inerzia della partita passa completamente nelle nostre mani.


• Sostanzialmente incontenibile, Giulia ‘Tigress’ Grimaldi sforacchia la retina da ogni posizione con una straordinaria continuità. Impossibilitate a fermarla, le ragazze della Bull passano comprensibilmente all’euristica soluzione della clava, senza peraltro risultati apprezzabili. Per la micidiale e famelica Tigress saranno 27 punti alla fine, season high.


• Lilly ‘Downtown’ Borz fa come di consueto alla grande la sua parte con due triple e due long-2, sbattendosi in difesa contro la forte e fisicatissima 3 loro. 


• Oltre ad un ruolo cruciale nella nostra vincente zona difensiva, Insurance compie il gesto tecnico della partita con una conclusione in passo d’incrocio che vale una ideale abbraccio a lei che l’ha fatta ed ai suoi Coach che glie l’hanno insegnata - spettacolo di fondamentali.


• Marta ‘Scottie’ Verrecchia, non serena nei primi due Q per un errore di distrazione (palla rubata da dietro) che le rimale troppo a lungo nella testa, riesce a resettare ad inizio 3q e diviene la consueta presenza dominante (mal contati 8 rimbalzi) oltre a segnare con un floater raffinato e difficilissimo ma perfettamente nelle sue corde il nostro penultimo canestro, forse il più importante in assoluto.


• Chiara ‘Warrior’ Bonini gioca lunghi ed importanti minuti con la sua trademarked intensity, offrendo tutta se stessa alla squadra e non subendo nessuna delle lunghe del Bull Bk. Fa anche ¾ ai TL portando un signor contributo alla vittoria. 


• Gaia ‘von Karaijan’ Cirotti orchestra il gioco e va a prendersi dei punti sfruttando i mismatch. Segna un cruciale canestro dopo lotta a rimbalzo offensivo nel 4q, tra l’altro infortunandosi.