Descrizione immagine
Descrizione immagine

BILANCIO SPORTIVO DELL’ANNO


La nostra attività è stata come al solito e più del solito impegnativa con la partecipazione a ben sette campionati della FIP: Serie B, Under 20, Under 18 con due squadre, U.16 con due squadre di cui una iscritta al torneo riservato solo alle 2001-2002, Under 14; in totale sono state giocate ben 171 partite di campionati organizzati dalla Federazione Italiana Pallacanestro. A questi numeri va aggiunto il Torneo Open organizzato dal CSI con 14 partite, per un totale di 185 partite. Il bilancio è di 125 vittorie e 60 sconfitte. Abbiamo partecipato anche al Torneo Esordienti del settore minibasket con 8 gare.


Il campionato Senior di Serie B femminile è stato disputato affiancando alle giocatrici senior del più o meno recente passato del basket societario le ragazze dell’Under 20. L’obbiettivo possibile dei playoff è stato raggiunto. Peccato essere usciti al 2° turno contro una squadra dall’organico forse più completo del nostro ma contro la quale nelle partita decisiva non siamo stati proprio in grado di giocare.


Nel gruppo Under 20, che ha terminato il proprio campionato regionale al 3°posto e che è stata battuta nello spareggio per l’ammissione alla fase interregionale dopo una bella e combattuta partita contro la Dike Napoli, si sono messe in mostra alcune individualità, divenute altresì titolari nel campionato di Serie B.


Anche la squadra Under 18 è stata eliminata allo spareggio dopo un’annata di luce ed ombre, un po’ al di sotto delle aspettative.


Migliore il cammino delle Under 16 che hanno mancato di poco l’accesso alla Finali Nazionali battute all’interzona solo dall’’Ancona che ha dimostrato il proprio valore proprio alle Finali Nazionali. Positivo comunque il bilancio dell’annata in quanto tutte le ragazze sono migliorate sia dal punto di vista tecnico sia come esperienza di campo. Esperienza arricchita dalla partecipazione come squadra B al campionato U.18 insieme a 5 ragazze 98-99 e che ci ha visto vincere la Coppa Lazio di categoria dopo 3 partite appassionanti contro il San Raffaele.


Nei campionati Under 15 ed Under 14 entrambe le formazioni hanno superato brillantemente la fase di qualificazione accedendo così alle Finali Regionali, concluse rispettivamente al terzo e al secondo posto. Un anno difficile per noi dal punto di vista organizzativo, ma anche ricco di esperienze per queste ragazze che ne sapranno fare tesoro per le stagioni a venire. Di positivo sicuramente il loro modo di allenarsi seriamente e con assidua partecipazione per tutto l’anno sportivo.


Il settore Minibasket, che dovrà diventare la forza trainante della società, ha visto la conferma del numero degli iscritti dell’anno precedente con un sensibile incremento del numero delle bambine. Numeri che hanno dato la possibilità di iscriverci al Trofeo Esordienti e al Torneo Tigrotti organizzato dall’ASI e riservato alla categoria Scoiattoli.


Lo svolgimento di questa attività così impegnativa è stata possibile grazie alle quote associative e all’intervento e interessamento di alcuni Amici. Parlare di sponsor diventa sempre più difficile, per cui chi decide di aiutarci lo fa davvero come forma di amicizia e perché crede nel nostro impegno e nella passione che ci mettiamo.


A tutti va il nostro grazie e l’arrivederci al prossimo anno per iniziare con nuovo slancio e nuovi obbiettivi un altro anno sportivo.

Infine dei ringraziamenti particolari::

Agli Allenatori per la passione, l’entusiasmo, l’impegno e la professionalità che hanno messo nel loro lavoro
A tutti i Genitori, soprattutto quelli SEMPRE presenti, che ci hanno aiutato a risolvere piccoli/grandi problemi come l’organizzazione delle trasferte e della riffa di fine anno.
A tutti i Dirigenti che operano per la SOCIETA’ dietro le quinte con impegno e serietà.

A tutti coloro che ci guardano, ci giudicano, ci criticano, perché in tal modo ci spronano a fare meglio, per dare ai nostri bambini e alle nostre ragazze nuove e maggiori opportunità di miglioramento e di crescita sportiva e sociale.


FORZA ATHENA

 

Mauro Casadio