Descrizione immagine

ELLEDIERRE 39 - ATHENA 46


Buona partita delle nostre ragazze su un campo notoriamente ostico per qualunque avversario; non è un caso che la stessa Stella Azzurra, con la quale abbiamo recentemente perso, qui non ha avuto scampo.


Come previsto la squadra di casa si è dimostrata subito formazione ostica, molto aggressiva anche se a dire il vero, e non è una critica ma una semplice constatazione dei fatti, in tutti e quattro i quarti di gioco la nostra squadra, pur non dando mai l’impressione di pressare alla morte, è arrivata in bonus poco dopo i 5 minuti scarsi di orologio a differenzadelle nostre avversarie che, nonostante la loro manifesta aggressività e dotate di una struttura fisica notoriamente più consistente delle nostre “bimbe”, (sappiamo che questa non è mai una novità…) difficilmente sono arrivate in bonus falli. (13 falli assegnati alla Elledierre contro 22 alle nostre ragazze…).


In ogni caso con l’impiego di tutte le ragazze presenti a referto e dopo un inizio altalenante ma comunque sempre con le nostre ragazze in vantaggio, abbiamo chiuso il primo quarto sul punteggio di 3 a 8 seppur con un punteggio da minibasket.


Nel secondo quarto le ragazze hanno mantenuto il controllo del gioco ed il vantaggio acquisito senza particolare tensione chiudendo il secondo quarto 15 a 16 per noi.

Stessa cosa nel terzo quarto dove la partita è proseguita sostanzialmente su un equilibrio che ha comportato un parziale 10 a 10.

L’inizio dell’ultimo quarto non ha avuto fortunatamente lo stesso esito di quello perso malamente contro la già citata Stella Azzurra e grazie ad un maggiore e più sereno controllo della situazione e del gioco, le nostre ragazze hanno portato a termine senza eccessivi patemi l’incontro.

MOTIVI e CONCLUSIONI: La partita non è stata tecnicamente divertente visto che, pur vincendo, non abbiamo realizzato neanche 50 punti e questo la dice lunga sulle nostre difficoltà realizzative che saranno anche in minima parte imputabili ai diversi tabelloni e ferri della palestra della Elledierre, ma non possono e non debbono tali circostanze essere una scusante.


Di contro, a mio avviso, ho notato una maggiore consapevolezza dei nostri mezzi tecnici rispetto agli avversari e delle partite fin qui disputate, non ho mai avuto la sensazione durante l’incontro di poter perdere la partita e questo grazie alla capacità delle nostre giocatrici in campo.

Mi piace segnalare che particolare conforto ho avuto da tutte e sette le giocatrici utilizzate nel corso dell’incontro che hanno partecipato in maniera corale alla vittoria della squadra, dove ognuna delle ragazze impegnate è stata determinante.


Concludo dicendo che dobbiamo crescere come squadra, avere più fiducia una verso l’altra al di là delle diverse attitudini tecniche perché alla fine è sempre il collettivo che vince e mai il singolo soggetto; ma questo è un problema, se così si può chiamare tale,  che dovrògestire insieme a loro nel corso dei prossimi incontri.

Buona Natale e buone feste a tutti quanti.

 

 

Tabellini:

Flavia C. 11 - Francesca A. – Marika T. 2 – Alice D.  – Federica C. 12 – Caterina P. 14 – Lilly P. 2– Alessia S. –

Alessandra S. – Agnese  P. – Bianca C.  – Andreea 2

 

Alessandro Ceccarelli