Descrizione immagine

ATHENA 61 – MONTESCRO 20

 

PREMESSA:

Diciamo, per essere ottimisti, pronto riscatto della nostre ragazze ma nella realtà la differenza tecnica in campo tra le due  compagini è apparsa subito evidente.

Nonostante, infatti, le assenze di Marika (caviglia), Francesca e Federica (influenza) ed Alessia,(ampiamente giustificata) e la contemporanea presenza di quattro ragazze del 2002 su nove presenti a referto, la partita non ha avuto storia almeno per quanto riguarda il punteggio mai in discussione.

Molto ci sarebbe da dire e scrivere, invece, sulle corrette disposizioni che vengono impartite alle ragazze dalla panchina e sistematicamente disattese dalle stesse.

In tali partite è importante che le ragazze, nel loro stesso interesse e in quello che gli insegnano gli allenatori, imparino a rispettare le disposizioni impartite che sono sempre funzionali per migliorare, nel caso specifico, sia i movimenti offensivi che quelli difensivi, indipendentemente dall’avversario in campo; è ovvio che, in questo casocome già detto, essendo ivalori in campo molto distanti tra le due compagini, le nostre ragazze hanno avuto gioco facile indipendentemente dal fatto che rispettassero o meno le disposizioni dalla panchina ma con un eloquente risultato: un infinità di palloni sbagliati in situazioni uno contro zero, punteggio al limite del mini basket e, cosa molto più importante, la concreta possibilità di non riuscire a fare le medesime cose con avversari di ben altra levatura magari, poi, chiedendosi il perché.

E’ di questo, principalmente, che dovremo parlare, analizzare e discutere insieme nel prosieguo dei nostri allenamenti.

 

CRONACA e CONCLUSIONI:

La partita in ogni caso non ha avuto storia ed il primo quarto, molto molto bruttino, ha visto le nostre ragazze imporsi per 12 a 7, praticamente un punteggio da minibasket; poco è cambiato nel secondo quarto se non l’intensità difensiva che è salita leggermente tanto da concedere alle nostre avversarie solamente 3 punti (16 a 3).

Dopo il riposo le ragazze sono rientrate in campo leggermente più motivare e reattive allungando in maniera vistosa nel punteggio e facendo vedere alcuni sprazzi di gioco in attacco con delle soluzioni offensive efficaci e piacevoli che hanno parzialmente allietato, si spera, il sempre nutrito pubblico di genitori che ci segue costantemente, a volte con rara pazienza, chiudendo il terzo parziale con un eloquente 16 a 2.

Nel quarto ed ultimo periodo conclusosi 17 a 8, abbiamo rallentato la pressione difensiva sia per le continue rotazioni dalla panchina che per evidenti errori offensivi che sono stato, di fatto, la costante per tutta la partita e che hanno riguardato praticamente tutte e nove le ragazze impiegate.

Per la cronaca tutte le ragazze iscritte a referto ad eccezione del nostro capitano, che ha giocato poco per una leggera indisponibilità e quindi non perfettamente al 100%, sono presenti a referto in fase realizzativa e questo è sicuramente una buona cosa.

Continueremo ora a far digerire alle ragazze le nostre nuove idee, sia offensive che difensive, sulle quali sia Mirko che il sottoscritto stanno lavorando da tempo e che si spera, una volta acquisite, potranno arricchire il bagaglio tecnico-tattico delle nostre ragazze.

 

Parziali: 12 – 7; 16 – 3; 16 – 2; 17 –8;

Tabellini:

Donatone Alice 8 – Perrotti Caterina P. 7 – Pulcini Liliana 11 –Sabatini Alessandra 4 – Pasqua Agnese  P. – Camarda Bianca C. 11 – Mesaglio Giulia 10 – Irimia Andreea 7 – Cinque Flavia 3.

Allenatore Alessandro Ceccarelli

I° assistente Mauro Casadio