Descrizione immagine

CLUB FRASCATI – ATHENA: 24 - 44


Punteggio da minibasket per una partita ampiamente dominata all’andata tra le mura di casa (finì 91 a 39)  che però le ragazze del Frascati ed il loro coach, hanno provato ad imbrigliare proponendo una difesa a zona 2 – 3 per tutti i quaranta minuti.

Sempre privi di Marika, il cui rientro è finalmente imminente e di Flavia dove le cose, ahinoi, vanno decisamente per le lunghe (si parla di fine aprile….) ed assente giustificata la nostra new entry Giorgia, le ragazze hanno avuto un bel da fare per trovare almeno inizialmente il bandolo della matassa per scardinare una difesa molto chiusa sul pitturato e comunque, ma questa non è una novità, molto più prestante fisicamente rispetto alle nostre ragazze.


La partita è stata bruttina sia per il gioco che per le realizzazioni dove una consistente mano l’abbiamo data noi con i soliti errori da sotto canestro spesso in situazioni di uno contro zero.

In ogni caso i valoro tecnici in campo erano e rimangono notevoli ed il primo parziale senza particolari patemi si è chiuso 14 a 6 per le nostre ragazze.


Nel secondo quarto, visto l’atteggiamento molto difensivo della squadra di casa ed in considerazione che stiamo anche noi iniziando a lavorare sulla difesa a zona, ho deciso di utilizzare la partita per provare questa nuova situazione difensiva con l’intento di migliorare le buone cose che si sono viste nella precedente partita vinta in casa contro la capolista Albano. Ho riprovato quindi la zona 2-3 inserendo nel quintetto la nostra Giulia e Bianca ma dopo pochi minuti da loro ingresso in campo hanno subito, a distanza di pochi minuti una dall’altra, due brutti falli di gioco, non intenzionali ovviamente, ma che hanno eliminato entrambe le ragazze dalla partita. Occorre segnalare che le loro sostitute (Alessandra ed Alessia nello specifico) hanno fatto un ottimo lavoro specie in difesa, così come tutte le altre ragazze impiegate.

Il secondo periodo, dopo un susseguirsi di errori tra le due compagini, è finito 3 a 6 per la nostre ragazze.


Dopo l’intervallo c’è stato l’allungo finale ai fini del punteggio e nonostante un inconcepibile direzione arbitrale che di fatto permetteva di tutto e di più, a rischio dell’incolumità delle ragazze, il periodo si è  chiuso 16 a 8 per noi.


L’ultimo quarto è stato giocato con estrema attenzione più per proteggersi dai continui contrasti fisici che altro. Basti pensare che pur avendo, come sempre, utilizzato tutte e undici le nostre giocatrici, abbiamo complessivamente commesso 8 falli di squadra in quaranta minuti di gioco! Il periodo si è chiuso comunque 7 a 8 per noi.


MOTIVI e CONCLUSIONI

                Non è sicuramente una partita da riportare sugli annali e le ragazze debbono imparare ad imporre il loro gioco in ogni circostanza indipendentemente da quello che fanno gli avversari. Giocano a zona, allora cerchiamo di correre e non farli schierare; si sono schierati, allora giochiamo con pazienza facendo girare rapidamente la palla limitando i palleggi sul posto, inutili specie con questo tipo di difesa.


La tendenza è invece stata troppo spesso: sono libera allora tiro da fuori; ma così facendo agevoliamo notevolmente la squadra avversaria ed è proprio quello che un coach vuole che accada difendendo a zona, almeno fino alle categorie under 14 under 15 e, seppure in parte, nell’under 16.

Ma di questo ed altro parleremo nei prossimi allenamenti che questa settimana, come già comunicato alle ragazze, saranno lunedì, martedì e giovedì, lasciando il mercoledì al mio amico e collega Esteban ed alle vostre amiche dell’under 18.


Parziali: 6 - 14; 3 - 6; 8 - 16; 7 - 8;


Tabellini: Mesaglio G.; Alessandroni F.; Sabatini A.; Donatone A. 8; Cerullo F. 13; Perrotti C. 9; Pasqua A. 1; Pulcini L. 5; Camarda B.; Sobrino A.;Irimia A. 8;
Allenatore: Alessandro Ceccarelli